Azioni di rete

Les actions du réseau

Visitatori del sabato

BOTOX(S) offre a tutti gli spettatori, siano essi illuminati o neofiti, amanti dell’arte o menti curiose, la possibilità di vivere un’esperienza artistica originale seguendo percorsi originali, tra mostre e luoghi dedicati alla creazione contemporanea nelle Alpi Marittime.

Il programma VISITATORI DEL SABATO permette a tutti di scoprire nuove sfaccettature dell’arte contemporanea, con visite guidate di artisti, curatori, curatori, galleristi, collezionisti… e di condividere momenti straordinari nella massima convivialità.

Queste visite guidate, ognuna costruita su un programma particolare, in diversi musei, centri d’arte, gallerie o studi di artisti della Costa Azzurra, si svolgono in autobus da Nizza, o a piedi sotto forma di passeggiata artistica attraverso la città.

Informazioni pratiche

Un sabato al mese per un pubblico individuale, dalle 13.30 alle 19.00 circa.

Solo su registrazione – 25 posti a visita

Pagamento in contanti o con assegno intestato a BOTOX(S) da inviare o depositare presso il Bureau BOTOX(S)

Le 109, 50 Bd Jean-Baptiste Verany – 06300 Nizza.

Per ulteriori informazioni, chiamare il numero 06 64 13 13 22 29 o scrivere a info@botoxs.fr.

Accompagnatore : Elsa Comiot

Escursioni a piedi: 15€*/persona

Tour in autobus: 20€*/persona

Queste tariffe includono il trasporto, l’accesso gratuito ai musei, l’accompagnamento, le visite guidate e un drink alla fine del tour.

+ 5€ di iscrizione alla rete per la prima visita dell’anno

Visitatori della sera

1/10

Ogni anno, in primavera, BOTOX(S) organizza i suoi notturni di arte contemporanea, l’evento di punta della scena artistica di Nizza: VISITATORI DELLA SERA.

Durante 2 giorni, un tour GRATUITO, GRATUITO E SENZA ISCRIZIONE attraverserà la città di Nizza in una trentina di luoghi. Pubblico, artisti, professionisti e dilettanti si incontreranno lì per condividere la ricchezza della creazione artistica transdisciplinare e attuale.

I MOMENTI SALIENTI, LE PROIEZIONI, GLI SPETTACOLI E GLI INCONTRI SONO PROGRAMMATI IN TUTTA LA CITTÀ.

Les Tchatches

1/12
  • Dixième édition des Tchatches - ©

    Dixième édition des Tchatches – ©

  • Troisième édition des Tchatches - © Ben Vautier

    Troisième édition des Tchatches – © Ben Vautier

  • Deuxième édition des Tchatches © Arnaud Labelle-Rojoux

    Deuxième édition des Tchatches © Arnaud Labelle-Rojoux

  •  Première édition des Tchatches - © Thierry Lagalla

    Première édition des Tchatches – © Thierry Lagalla

Les TCHATCHES si ispirano al Pecha Kucha.

Un formato di presentazione breve e dinamico il cui principio è semplice:

20 immagini x 20 secondi

6 minuti e 40 dunque, durante i quali “Le Tchatcheur” presenta un’opera, un artista, una mostra, un libro, un progetto, qualunque esso sia, purché sia arte.

Ogni edizione di “Le Tchatches” cambia luogo e invita artisti, critici, storici dell’arte, galleristi, collezionisti, ecc. a creare una presentazione basata su questo formato.

SODAVI

SODAVI ” Sortir des schémas ? “, Giornate di scambi e raccomandazioni per lo sviluppo delle arti visive in Provenza-Alpi-Costa Azzurra

Mercoledì 29 e giovedì 30 novembre 2017 a Villa Arson e al MAMAC, Museo d’arte moderna e contemporanea di Nizza

 

Cliquez ici pour accéder à la synthèse de ces journées

 

Invitiamo artisti, professionisti, attori del settore delle arti visive, funzionari eletti e tecnici culturali, ma anche il pubblico a partecipare a queste giornate che si svolgeranno sotto forma di workshop su temi specifici dei nostri territori.

L’obiettivo non è quello di presentare la propria esperienza, il proprio background biografico o progetti attuali o futuri, ma di proporre raccomandazioni concrete volte a cambiare le politiche artistiche e culturali del nostro territorio.


Inscriptions aux journées « Sortir des schémas ? » en cliquant ici


 

PROGRAMMA

 

Mercoledì 29 novembre a Villa Arson

– Ore 11.00: grande anfiteatro: introduzione alle giornate di Jean-Pierre Simon, direttore della Villa Arson di Nizza, Benjamin Laugier, responsabile del pubblico del Nuovo Museo Nazionale di Monaco e Maryline Desbiolles, scrittore.

– Pranzo alle 12.30 (partecipazione 10 euro)

– Ore 14.00: laboratori nei quattro anfiteatri di Villa Arson (accoglienza e segnaletica sul posto)

– 18:00 : chiusura

NB: un incontro di Filosofia Pop è organizzato lo stesso giorno dalle 19.00 nel grande anfiteatro di Villa Arson. Plus d’informations en cliquant ici

 

Giovedì 30 novembre al MAMAC di Nizza (grande auditorium)

– Ore 14:00: Grande Auditorium:

Introduzione di Gérard Baudoux, Vicesindaco di Nizza, Delegato per i Musei e l’Arte Moderna e Contemporanea, Sviluppo del Patrocinio Culturale e Finanziamento
Restituzione da parte delle personalità qualificate dei quattro workshop.

– Ore 17.00: chiusura a cura di Fabienne Grasser-Fulchéri, direttrice dell’Espace de l’Art Concret e diffusione dell’opera sonora Paris-Bordeaux, 1969, di Jean Dupuy, alla presenza dell’artista.


 

CONTENUTO DEL WORKSHOP 

 

1. Workshop “Che tipo di vita come artista? »

  • Formazione degli artisti della scuola
  • Dispositivi di aiuto e informazione
  • Inserimento. Diversità delle professioni artistiche
  • Ponti verso le arti dello spettacolo
  • Mobilità nazionale e internazionale

Coordinatore: Cédric Teisseire, artista, co-fondatore di La Station e direttore artistico di 109 a Nizza

Personalità qualificata: Manuel Pomar, artista e direttore di Lieu-Commun a Tolosa

Altoparlanti :

  • Frédéric Alemany, artista, fondatore di L’Entre-Pont, direttore di Diva / Le Hublot a Nizza
  • Tom Giampieri, artista, residente a La Station di Nizza
  • Jean-Baptiste e Laurence Gurly, cofondatori di Supervues all’Hotel Burrhus di Vaison-la-Romaine
  • Pierre Jaccaud, cofondatore della Fondazione Blachère di Apt
  • Grégory Jérôme, responsabile della formazione continua, HEAR a Strasburgo
  • Hildegarde Laszak, artista e corresponsabile di Metaxu a Tolone
  • Serge Le Squer, artista, professore di video alla Scuola Superiore d’Arte e Design di Toulon Provence Méditerranée (ESADTPM) e direttore de La Compagnie di Marsiglia
  • Marceline Matheron e Guillaume Mansart, cofondatrici di Documents d’artistes Provence-Alpes-Côte d’Azur a Marsiglia
  • Alexia Nicolaïdis, responsabile della produzione delle mostre a Villa Arson a Nizza
  • Kamila Regent, fondatrice della residenza per artisti Chambre avec vue a Saignon
  • Mathieu Schmitt, artista, direttore della mostra a Nizza
  • Agathe Wiesner, artista, residente alla stazione di Nizza

 

 2. Workshop “Verso un territorio più dinamico e strutturato? »

  • Luoghi di residenza e programmi
  • Identificazione dei luoghi attraverso l’etica e la segnalazione al pubblico
  • Produzione artistica e artigianato
  • Condivisione delle risorse
  • Diffusione e mobilità di opere, collezioni e mostre

Coordinatori: Benjamin Laugier, responsabile del pubblico del Nuovo Museo Nazionale di Monaco ed Eric Mangion, Direttore del Centro d’Arte Villa Arson di Nizza

Personalità qualificata: Guy Saez, Direttore di Ricerca del CNRS presso il PACTE UMR (Politiche pubbliche, Azione politica, TErritoires) dell’Istituto di Studi Politici di Grenoble

Altoparlanti :

  • Chloé Angiolini e Elodie Castaldo, cofondatrici del collettivo La Balnéaire, artisti, curatori e mediatori a Marsiglia.
  • Bertrand Baraudou, coordinatore dell’Espace à Vendre di Nizza
  • Isabelle Bourgeois, eletta ed ex direttrice del centro d’arte Le Moulin a La Valette-du-Var
  • Marianne Buchet, consulente di arti visive per il dipartimento delle Hautes-Alpes
  • Laurent Charbonnier, direttore della scuola d’arte di Digne-les-Bains
  • Anna Daneri, critica d’arte e curatrice ospite del Museo d’Arte Contemporanea di Genova
  • Jean-Baptiste Ganne, artista, insegnante alla Villa Arson e membro della Stazione di Nizza
  • Nadine Gomez, direttrice del CAIRN (Centre d’Art Informel de Recherche sur la Nature) a Digne-les-Bains
  • Magalie Guérin, vicedirettrice della Villa Noailles di Hyères – Stéphane Guglielmet, artista, gallerista e animatrice della Galerie ambulante di Marsiglia, in tutta la regione PACA e la regione Piemonte
  • Gaïdig Lemarié, responsabile delle partnership culturali, dello sviluppo del pubblico e delle strategie di comunicazione presso la Direction des musées nationaux du XXe siècle des Alpes-Maritimes (Direzione dei musei nazionali del XX secolo nelle Alpi Marittime)
  • Damien Malinas, Presidente della Scuola d’Arte di Avignone e Vicepresidente Cultura e Marchi dell’Università di Avignone – Laboratorio di Forme e Modelli Culturali
  • Julia Marchand, vice-curatore della Fondazione Vincent van Gogh Arles e curatrice indipendente
  • Pascal Neveux, Direttore del FRAC Provenza-Alpi-Costa Azzurra
  • Yves Peltier, direttore del laboratorio Madoura di Vallauris
  • Isabelle Sordage, artista e fondatrice dell’Atelier expérimental de Clans
  • Lydie Toran, artista, insegnante e ricercatrice della Scuola d’Arte di Avignone
  • Frédérique Verlinden, curatrice capo del Musée Muséum Départemental des Hautes-Alpes de Gap

 

3. Workshop “Come rivolgersi meglio a tutti gli spettatori? »

  • La mediazione, i suoi strumenti e le pratiche innovative
  • L’isolamento regionale, in particolare quello dei territori alpini
  • Valorizzazione delle specificità locali
  • Strategie di informazione e comunicazione comuni e originali

Coordinatore: Fabienne Grasser-Fulchéri, Direttore dell’Espace de l’Art Concret di Mouans-Sartoux

Personalità qualificata: Marion Guilmot, servizio pubblico, direttrice del MAC VAL, Museo d’arte contemporanea di Val-de-Marne a Vitry-sur-Seine.

Altoparlanti :

  • Christelle Alin, responsabile del servizio pubblico della Villa Arson di Nizza
  • Frédérik Brandi, Direttore del Centro Internazionale d’Arte Contemporanea di Carros
  • Pascal Brochiero, direttore dell’Ufficio del Turismo di Grasse
  • Mélanie Fillion-Robin, professoressa certificata di arti plastiche al Saint Hilaire College di Grasse e IAN (interlocutore accademico per la tecnologia digitale), referente per la storia delle arti e la cultura.
  • Ann Guillaume, artista e residenza del 3° ciclo presso la Villa Arson di Nizza
  • Bertrand Le Bars, responsabile delle Arti Visive presso il Dipartimento della Cultura e del Patrimonio della Regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra
  • Isabelle Milliès, consigliere per l’azione culturale e territoriale presso la Direzione Regionale degli Affari Culturali della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Ministero della Cultura
  • Giulia Pagnetti, assistente di direzione presso il CAIRN (Centre d’Art Informel de Recherche sur la Nature) di Digne-les-Bains
  • France Paringaux, responsabile dei progetti di diffusione presso il FRAC Provenza-Alpi-Costa Azzurra
  • Mathilde Roman, critica d’arte, tesoriere di AICA International, docente presso il Padiglione di Arte e Scenografia Bosio, Monaco, Consiglio Artistico per Movimenta, Biennale de l’Image di Nizza.
  • Josyane Rouch, ispettore dell’Accademia di Nizza – ispettore pedagogico regionale
  • Jean François Trubert, professore universitario di musicologia, membro del Centro transdisciplinare di Epistemologia della letteratura e delle arti viventi (CTEL) e direttore del Dipartimento di Arte dell’Università di Nizza Sophia Antipolis.

 

4. Workshop “Qual è l’economia del settore? »

  • Logiche contemporanee dell’imprenditorialità
  • Nuovi collegamenti pubblico/privato
  • Quale discorso per la cultura: la guerra dei protagonisti dell’economia del settore – l’invenzione di valori alternativi

Coordinatrice: Hélène Guenin, direttrice del MAMAC di Nizza

Personalità qualificata: Jérôme Kohler, Presidente dell’Iniziativa Filantropica di Parigi

Altoparlanti :

  • Bérangère Armand, curatrice indipendente e fondatrice dell’agenzia culturale “vogliamo l’arte ovunque” a Cannes.
  • Ondine Bréaud, professore di filosofia estetica/teoria dell’arte al Pavillon Bosio di Monaco
  • Ludovic Cardon, Presidente dell’Associazione degli Amici del MAMAC di Nizza
  • Bénédicte Chevallier, Delegato Generale del gruppo imprenditoriale Mécènes du Sud a Marsiglia
  • Véronique Collard Bovy, Direttore Generale dell’associazione Sextant et plus / Gruppo e produttore dell’evento ART-O-RAMA a Marsiglia
  • Ombline d’Avezac, fondatrice del centro artistico e culturale Chevalier Roze di Marsiglia
  • Maria Finders, Direttore Strategico della Fondazione LUMA di Arles
  • Martin Guesnet, Direttore dello Sviluppo Europeo presso Artcurial a Parigi
  • Sam Khebizi, Direttore del Têtes de l’art, membro del Consiglio di Amministrazione del CRESS (Chambre Régionale Economie Sociale et Solidaire) Provence-Alpes-Côte d’Azur a Marsiglia
  • Dorothée Lamé-Laroche, vicedirettore generale, Economia, Innovazione, Occupazione e Internazionale della metropoli di Nizza Costa Azzurra
  • Marianne Roméo, direttrice generale de L’ECLAT (Lieu d’Expérience pour le Cinéma, Lettres, Arts & Technologies) e direttrice del MOVIMENTA (Festival biennale dell’immagine in movimento) di Nizza
  • André Santelli, vicedirettore generale per la cultura e il patrimonio della città di Nizza

 

Programma soggetto a modifiche

 


Pour accéder aux biographies des personnalités qualifiées, intervenants et coordinateurs d’ateliers, cliquez ici


 

A questi incontri professionali si aggiungeranno quelli organizzati dalla rete d’arte contemporanea Marseille Expos il 7 e 8 dicembre 2017 presso Kedge BS Luminy, l’École Supérieure d’Art et de Design Marseille Méditerranée e la Cité du livre d’Aix-en-Provence.

Progettazione e organizzazione: BOTOX(S) e Marseille Expos, con il sostegno del Ministero della Cultura (DRAC Provence-Alpes-Côte d’Azur).

Le reti BOTOX(S) e Marseille Expos sono sostenute da: la DRAC Provence Alpes-Côte d’Azur, il Consiglio regionale Provenza-Alpi-Costa Azzurra, il Consiglio dipartimentale delle Alpi Marittime, il Consiglio dipartimentale delle Bocche del Rodano, la città di Nizza e la città di Marsiglia.

 

Informazioni pratiche

ACCESSO VILLA ARSON :

20, avenue Stéphen Liégeard
06105 Nizza Cedex 2

-Autostrada: Linea 1, direzione Henri Sappia, fermata Le Ray.
Poi 10 minuti a piedi, seguire le indicazioni per le vie Paul Mallarède e Joseph d’Arbaud.

-Autobus n° 7 e 4, fermata Deux Avenue, poi seguire le indicazioni per l’av. Stéphen Liégeard – Villa Arson.

-Autostrada A8: uscita n° 54, Nizza Nord, direzione Centre Ville, poi seguire le indicazioni per Villa Arson.
Dalla Promenade des Anglais: seguire Bd Gambetta, poi Bd de Cessole, quindi seguire le indicazioni per Villa Arson.

ACCESSO MAMAC :

Luogo Yves Klein
06364 Cedex di Nizza 4

-Tramway:
Linea 1, direzione Henri Sappia o Hôpital Pasteur, fermata Garibaldi.

-Bus :
Linea 3 direzione Piazza Normandie Niemen, fermata Promenade des Arts, direzione La Madeleine, fermata Garibaldi.
Linea 4 direzione Hôpital Pasteur, fermata Defly; direzione Las Planas/Sappia, fermata Defly/Klein
Linea 7 direzione Riquier, fermata Delille, direzione Saint Sylvestre, fermata Defly/Klein
Linee 9 e 10 direzione Le Port, fermata Delille, direzione Nice La Plaine o Saint-Laurent-du Var, fermata Defly/Klein
Linea 17 direzione CPAM/Pessicart, fermata Pont Barla; direzione Monastère/Cimiez, fermata Defly

-Bike: Stazione n. 25

-Parcheggio : Parcheggio Promenade des Arts

* Parigi / Bordeaux, Jean Dupuy, 1972/2011

Nel 1972, grazie al sostegno della Sonnabend Gallery (New York) e della FNAC, Jean Dupuy noleggiò un carro sul treno Parigi/Bordeaux. All’epoca, questo era il treno più veloce della Francia: le due città erano collegate in 4 ore e 10 minuti. Un team di tecnici ha fotografato il paesaggio in movimento e ha registrato i suoni prodotti. Una prima installazione è stata presentata alla Biennale di Parigi lo stesso anno. Successivamente, tutte le fotografie sono andate distrutte in un incendio. Nel 2011, in occasione della mostra “Le temps de l’écoute” a Villa Arson (Curatori: Jean-Marc Avrilla ed Éric Mangion), gli artisti del suono Jérôme Joy e Jean Dupuy hanno remixato la registrazione per un periodo di 13 minuti. Questa versione più breve è destinata ad essere trasmessa in uno spazio chiuso, in una logica di immersione totale.

L’opera è stata trasmessa al Centre Pompidou, nell’ambito del festival “In Vivo” (Curatore: Mnam/Cci, Sophie Duplaix – C. Agostinelli), l’11 giugno 2015.

Dal 2010 Jean Dupuy è rappresentato dalla Galleria Loevenbruck di Parigi.

Link utili :

Scorrere verso l'alto